Podcast Tips “Coming Back to Rome”

Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Grande giornata di sport ieri e grande giornata per l’Italia.
In questo podcast celebriamo la vittoria e riconosciamo che questa volta la lezione di stile”british” l’abbiamo data noi.
Bisogna saper perdere, perchè dalle sconfitte nello sport come nella vita si gettano le basi per i futuri trionfi, noi l’abbiamo dimostrato.

Ascolta “Podcast Tips”Coming Back to Rome”” su Spreaker.

Trascrizione del podcast

Ciao a tutti. Nuovo podcast Tips. Vi ricordo di andare sul mio sito per ascoltare altri podcast di trovare tanto altro materiale www.marcoprincipi.it.

Oggi il podcast viene da solo ieri grandissima vittoria dell’Italia in finale agli Europei. Grandissima giornata di sport anche con Berrettini che ha perso contro uno dei più grandi tennisti della storia, quindi onore a Djokovic e onore anche a Berettini bravissimo anche per tutti i progressi che ha fatto nella sua carriera.

Ma la goduria che quasi tutti noi abbiamo provato ieri sera a vedere gli inglesi sconfitti sia sconfinata ma voglio parlare di qualcos’altro voglio parlare del saper accettare la sconfitta.

Ieri quello che ho visto a Wembley non mi è piaciuto. Posso capire i tifosi anche se non è civile fischiare l’inno ma ormai lo fanno quasi tutti.

Posso capire anche i tifosi che avendo perso la partita in casa ai rigori quasi tutti abbandonano a fine partita lo stadio ma non posso capire il comportamento dei giocatori. Ho visto veramente un brutto atteggiamento e la cosa che mi ha colpito di più è stata il fatto che si togliessero la medaglia d’argento appena ricevuta.

Penso che questo sia a dimostrazione di una mentalità perdente perdente perchè perchè prima di tutto non si riconosce il valore degli avversari che hanno vinto. E questo è gravissimo.

Seconda cosa non si riconosce neanche il proprio valore. Perché comunque sia arrivare in finale vuol dire aver affrontato un percorso veramente duro veramente difficile e quindi devono capire la grande impresa che comunque hanno fatto e che comunque rimarrà nella storia anche perché non voglio fare ironia ma non è una nazionale che ha fatto tante finali e che abbia vinto tanto quella inglese anche se si vantano di aver vinto di aver inventato scusate il gioco del calcio.

Penso che una grande lezione la debbano imparare da un allenatore che allena l’Inghilterra nel Manchester City che Pep Guardiola che quest’anno ha perso la finale di Champions ma nonostante abbia perso la finale una volta che ha ricevuto la medaglia l’ha baciata. Questo comportamento da vincente.

Infatti lui ha vinto tantissimo l’impossibile in carriera non ha nulla da dimostrare. Quello è l’atteggiamento di un vincente che riconosce il valore dell’avversario ma riconosce anche il valore di quello che i suoi ragazzi hanno fatto che lui ha fatto arrivando in finale perché ci serviva in due ci arrivano tutti. 

Quello è secondo me lo sport quello è l’emblema dello sport. Andare via non stringere le mani non togliersi la medaglietta non è sport e dovrebbero anche capire che dalle sconfitte che si impara pensiamo da dove arrivava l’Italia. 

L’Italia arrivava da una delle più grandi delusioni della storia della nazionale italiana cioè la non partecipazione ai Mondiali dopo lo sciagurato 0 0 di San Siro contro la Svezia.

Da lì si è ricostruito con umiltà con gruppo, sono le sconfitte che creano le grandi vittorie e le grandi imprese. Cara Inghilterra cari inglesi questa volta dovete imparare voi.