Podcast Tips “Non si può fare”

Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Quante volte ci dicono o noi stessi diciamo “non si può fare”. Ma siamo proprio sicuri che non siamo noi stessi a porci dei limiti? Ne parlo in questo podcast.

Ascolta “Podcast Tips”Non si può fare”” su Spreaker.

Trascrizione del podcast

Ciao a tutti. Il nuovo podcast tips. Vi ricordo che Potete riascoltare i miei podcast sul mio sito www..marcoprincipi.it.

Se io vi dico non si può fare. Non sarei mai in grado di fare questa cosa. Voi cosa pensate quante volte avete sentita questa frase tantissime volte ce lo diciamo da soli non sono in grado di fare questa cosa. Questa cosa non si può farla mai davvero così.

Non sempre vi faccio un esempio anzi due esempi. Un primo esempio è quello di un personaggio storico famosissimo Annibale il grande condottiero dei Cartaginesi che portò le sue truppe dalla Spagna nel cuore dell’Italia attraversando le Alpi colpendo al cuore quello che ancora non era l’impero romano. Un’impresa che a quei tempi ma anche ad oggi era impossibile.

Chissà quante persone avrà letto non si può fare una cosa impossibile. E invece l’ha fatta l’ha fatta portando 80 mila uomini all’interno dell’Italia e portando anche degli elefanti. Quindi potete pensare quanto sia stata leggendaria questa impresa.

Capirà anche che è riuscito a convincere 80.000 persone. A fare questa impresa ci sono riusciti. Quindi capite anche la forza sia mentale che di leadership di questa persona. Ma andiamo avanti.

Pensiamo allo sport perché lo sport, nello sport trova sempre queste lezioni di vita si trovano sempre. Voglio concentrarmi sul suo qualcosa che ci riguarda da vicino.

Quindi il grande record mondiale di Pietro Mennea che aveva stabilito nel 1979 a Città del Messico correndo i 200 metri in 19 72.

Perché cito Mennea perché cito questo record perché uno dei record più longevi della storia è durato quasi vent’anni dal 79 al 96 e sembrava veramente inarrivabile.

Nessuno riusciva a superare questo tempo fino a quando non è arrivato un altro pioniere, un altro fenomeno, Michael Johnson che nel giro di una settimana era prima abbassato a 19 66 e poi a 19 32 un tempo strepitoso e incredibile un tempo che sembrava impossibile.

E dopo di lui è arrivato un altro pioniere, arrivato Usain Bolt che l’ha abbassato anche lui due volte nel giro di un giorno anzi di un anno scusate prima 19 30 e poi 19 19.

Questo l’attuale record del mondo. Ma la progressione nei tempi dei record mondiali non ci interessa molto. Quello su cui voglio soffermarmi è il fatto che una volta che queste persone questi fenomeni, hanno fatto qualcosa che si pensava che non si potesse fare tantissimi altri atleti hanno battuto il precedente record e si sono avvicinati a quello nuovo.

Questo vuol dire che noi stessi ci mettiamo dei blocchi nella nostra mente che non ci permettono di pensare in grande perché noi stessi diciamo a questa cosa non riuscirà mai a farla. Questa cosa non si può fare.

E questo mi ricorda molto David Goggins che dice che il nostro più grande nemico è la nostra mente che ci vuole sempre salvare e preservare da delusioni.

Perché rischiare e dire questa cosa anche se è sempre impossibile la riesco a fare. Ci vuole tanto coraggio che appunto ci vogliono dei pionieri ci vogliono delle persone così.

Queste persone una volta che raggiungono questi risultati incredibili alzano l’asticella e alzando l’asticella l’alzano tutti. 

Questa è una grande lezione appunto una grande lezione sia di forza mentale quindi di quanto è forte la nostra mente di quanto dobbiamo imparare a controllarla e ad utilizzarla e a far sì che le due parti. Quindi quello che Galloway  chiama S1 e S2 collaborano attivamente e sia anche quanto sia importante la leadership quanto sia importante un leader.

Ci sono alcune persone che hanno questo potere hanno il potere di ispirare di infondere fiducia negli altri e alzare il loro rendimento.

Anche questi atleti superando uno dei traguardi che sembravano incredibili hanno alzato l’asticella hanno alzato le prestazioni di tutti. Questa è la leadership.

Questo è la grande forza della nostra mente. Quindi quando ancora penseremo, che qualcosa non si può fare e che qualcosa è impossibile. proviamo a cambiare atteggiamento e magari ispirandosi al film Frankenstein Junior. Diciamo si può fare.

Marco Principi Coaching