Special People podcast con Luca Foresti

Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Una chiacchierata con Luca Foresti Ceo del centro medico Sant’Agostino e ideatore dell’app Immuni (capiremo come era stata concepita e come è adesso), parlando tra l’altro di organizzazione aziendale e del concetto di tempo.
Scopriamo il suo punto di vista.

Ascolta “Special People podcast con Luca Foresti” su Spreaker.

Trascrizione del podcast

[00:01:12] A Luca Bongiorno il nonno grazia di essere a questo podcast allora il mio podcast appunto parla di Special.

[00:01:24] Piccola quindi persone che secondo me con quello che hanno fatto quello che fanno possono sperare altre persone.

[00:01:34] Devo dire che già ti conoscevo per Sant’Agostino e anche per la immuni ma ero più che altro all’inizio rimasto colpito da alcuni articoli qui fatto ha scritto sul Sole 24 Ore perché erano riguardavano argomenti che mi interessavano molto.

[00:01:55] Il primo era un articolo del 2019 in cui parlavi di creatività Lato aziende che vincono. Perché sanno costruire esperienze memorabili.

[00:02:11] Visto che io ho fatto un master in Bocconi sulla parlava di coaching una laurea in filosofia erano sempre stati argomenti molto cogenti al mio interesse questi soprattutto il fatto che abbassare i costi cognitivi quasi sempre a chi le reaction per un servizio.

[00:02:36] Volevo sapere come riuscire ad applicare questo nelle tue società. Ecco questo concetto nella società.

[00:02:44] Allora partiamo dal presupposto fondamentale.

[00:02:49] Se le aziende di grande successo soprattutto quelle più famose come ad esempio riempi hanno nell analisi la comprensione di quali sono i costi complessivi per i dirigenti per l’utilizzo dei loro servizi. L’elemento principale di Vittorio quindi quando non si inventa nulla sia un principio un concetto che oggi come oggi ormai era ampiamente accettato diffuso nelle nostre aziende come. Come facciamo innanzitutto. Cominciamo dalla componente culturale cioè. Questo concerto viene inserito continuamente in tutte le discussioni che vengono fatte in azienda quando si parla di otto giornate. è molto semplice ed è cosa vorreste lui se fossi. Cioè qual è il tipo di esperienza che mi resta avere. Lasciate perdere per un attimo se è difficile o facile ottenerla. Quando poi la crei offrisse al primo punto è come vi piacerebbe avere un certo servizio. Quindi per esempio come mi piacerebbe avere un servizio di prenotazione. Tutto ciò che mi fa perdere tempo tutto ciò che non mi dà le informazioni in modo veloce sui videopoker. Quindi noi sin dal 1010 circa 2011 abbiamo servizi di prenotazione in cui esponiamo tutte le nostre aziende agli utenti 24 ore al giorno 7 giorni a settimana tutte. come noi. C’è un servizio di accettazione quando arrivi in un centro beh la cosa migliore quando arrivi il centro sa già suonare Bach come fa a saperlo. Ad esempio potrebbe saperlo perché io la del centro sul mio cellulare e quello del GPS e Ice 6 c’è quindi automaticamente puoi avere l’accettazione fatta.

[00:05:08] Se in quel momento hai un prenotazione. come voglio avere il pagamento Ba pagamenti o noi siamo tutti abituati che vorremmo non pensarci non dover far nulla non dover tirar fuori il portafoglio. Questo succede nel momento in cui abbiamo lasciato la nostra carta di credito su un sistema. Ci fidiamo del fatto che quel sistema ci prendeva i soldi solamente quando abbiamo comprato un servizio e il pagamento in automatico è questo quello che abbiamo. Quindi fondamentalmente alla tua domanda come facciamo noi vuoi. implementare concretamente. Possiamo culturalmente e chiediamo a ogni persona che lavora o noi. Se tu fossi cliente quale sarebbe la migliore esperienza possibile che tu puoi fare. Dopodiché una volta che abbiamo individuato quali sono le migliori esperienze possibili beh c’è tutto un lavoro micidiale per fare in modo che soprattutto i sistemi informatici seguano questo obiettivo. Ormai noi siamo un’azienda abbastanza grandicelli quindi abbiamo un sistema informatico complesso perché deve reggere volumi importanti far accadere le cose. I sistemi informatici complessi oggi come oggi non è facilissimo. Si può fare un lavoro bisogna metterci Attenzione Stamina volerlo lavorare in team. Tutti i dipartimenti a compartimenti stagni e di mettersi gomito a gomito gli uni con gli altri cercando di guardare l’obbiettivo e cercare di abbattere le barriere di trasferimento di informazioni su quello che facciamo ogni giorno.

[00:06:56] Parlavi anche di gruppi di lavoro selezionati di persone con skill umane molto forti che dovevano formare parte della.

[00:07:10] Delle persone che lavorano in questi centri. Come fate a scegliere come fate a capire se una persona ha queste skill.

[00:07:19] Allora la maggior parte delle persone che lavorano con noi sto parlando dei dipendenti perché poi noi siamo un po sopra l’azienda. Noi abbiamo due popolazioni di persone che lavorano con i dipendenti e poi tutto abbiamo i liberi professionisti che sono i medici infermieri e così via cioè gli operatori sanitari e non solo i dipendenti ma hanno con noi un contratto di collaborazione sono due modi diversi in entrambi i mondi cerchiamo persone ossa umane e di empatia. Allora nel caso dei dipendenti l’età media dei nostri presidenti è molto giovane. La maggior parte dei quali Sant’Agostino il primo posto di lavoro per quindi quello che facciamo è selezionare li cercando questo tipo di caratteristiche in fase di colloquio però non basta. E quindi praticamente quasi tutti. La maggior parte passa attraverso un periodo di stasi di sei mesi e ultimi strage. Stiamo facendo e che stanno soddisfacendo. Li abbiamo chiamati mostri spesso solo isterici dove le persone entrano e ogni due settimane cambiano dipartimento e non lavorano praticamente alla fine dei sei mesi hanno lavorato in tutta l’azienda hanno interagito con numeri molto elevati di noi. E ovviamente chi deve decidere se tenere queste persone a valle. Stark ha ricevuto tanti per tante persone diverse quando moltiplicate scoop su una persona. Certo ci possono essere errori ma tendenzialmente se una persona non consumare sufficientemente o lo si capisce e quindi tutto si fa in modo che le persone non vengano seleziona una volta che il processo di selezione fosse fatto bene. Ripeto la totalità che funziona piuttosto bene. A quel punto c’è un lavoro continuo di formazione e di attenzione a tutto ciò che riguarda l’interazione. Oppure altri. Altre persone che lavorano dentro all’azienda noi abbiamo scritto un codice culturale che distribuiamo tutti dipendenti. Il primo giorno e che determina molte delle regole d’ingaggio e noi riteniamo le regole corrette del lavoro. Poi abbiamo fatto analisi di come fare la comunicazione ai nostri clienti sono i pazienti e lavoriamo o formazione continua le persone. Perché questo.

[00:10:19] Questo è il motto dei dipendenti è molto sui libri è più complicato molto più complicato perché si riduce a un problema atavico storico cioè storicamente si è tentato di passare l’idea che basta che il medico sia vista o conosca la sua materia sappia le patologie conosca i farmaci e a quel punto non importa che sia anche empatico. Ecco questa è l’idea sbagliata. Da letteratura c’è si è capito in modo molto chiaro l’empatia del medico la capacità di entrare in sintonia col paziente. è l’inverso della cura molto importante e quindi felice il processo di selezione si cerca di capire già in fase di colloquio se la persona è una persona capace di trarne empatia con gli altri. Una volta passata la spiegazione usiamo i feedback dei pazienti come strumento principale quindi ascoltiamo cosa i pazienti e ovviamente un singolo negativo non fa statistica e quindi lo crediamo sufficiente come un segnale da mettere da una parte ma una pluralità i negativi vanno ad indicare che c’è il problema. Proviamo a risolvere il problema con la persona lo stesso dobbiamo capire se è la cosa che la persona può imparare o cambiare. Se ci rendiamo conto che la persona non può cambiare idea rompiamo una relazione.

[00:11:51] Quindi ancora una volta selezione e formazione continua su questi strumenti con i quali o con la cultura aziendale diventa cultura condivisa da parte di tutti gli operatori.

[00:12:05] Ho capito molto interessante anche perché leggendo su internet suonato sulla tua pagina Wikipedia dove appunto ho scoperto che sei laureato in Fisica alla Normale di Pisa hai fatto anche matematica mentre questi sono concetti molto umanistici quello di empatia ascolto attivo sono cose che ho trovato su sempre un libro di Google ma una intelligenza emotiva ha anche il continuo feedback è qualcosa che sto vedendo. Un altro libro che sto leggendo è quello della dell’inventore di Netflix che fa un continuo feedback con i dipendenti e addirittura. Portato all’estremo loro devono dire quali sono i loro colleghi che ritengono indispensabili e quali invece potrebbero anche essere mandati a casa anche se bravi e così lui fa l’azienda di censo assume persone che è un po estrema. Secondo me come cosa ma sembra funzionare però sono colpito da questo approccio umanistico che comunque posso dire di sì.

[00:13:20] Ma non ci buonisti il mio lavoro scientifico cioè le cose che l’intelligenza emotiva. Un altro libro è Pensieri lenti pensieri veloci. Sono ormai un corpo di letteratura abbastanza consolidato su come funzionano le relazioni umane e come funzionano le istituzioni. Un altro libro molto importante un misto prestissimo in cui lui imposta il concetto di razionalità limitata. Tutto per me questo io vengo dalla cultura scientifica e da un’idea secondo cui la scienza il sapere cosa funziona e cosa funziona è figlia di esperimenti ed è figlia di analisi quantitative non solo qualitative. Il problema il problema è che all’interno delle aziende all’interno di questi risultati scientifici non trovano su luoghi tempi lunghissimi. Faccio un esempio concreto ormai ampiamente accurato e usare o per motivare le persone non funziona o funziona per tutte le attività sufficientemente complesse mente funziona ovviamente in ambito di attività cosiddetti cosiddette a cottimo tanto più produce micro unità individuali di produzione e tanto più ti pago in quel modo. Funziona abbastanza pagare di più per. Ma si va su attività un pochino complesse quindi relative appunto al bene relazionale. I sistemi di bonus sono sistemi che non funzionano eppure Eppure nonostante questo noi continuiamo a vedere all’interno delle aziende i sistemi basati su C. Io e so che coloro che continuano a implementare quei sistemi non conoscono la letteratura scientifica non abbiamo l’approccio scientifico al problema. Quindi dal mio punto di vista dici e uso diciamo di conoscenze più di carattere umanistico o no. Io uso oggi conoscenze Kakashi è chiaro che la parola scienza nel mondo degli esseri umani è molto diversa rispetto al mondo della fisica la biologia solo scienze e diversi modi diversi di concepire la conoscenza scientifica. La modalità è la stessa cioè non credo alle mie intuizioni. Non credo alle opinioni anche delle persone più importanti attorno a me mi su Io credo ai risultati quantitativi scientifici e dicono cosa funziona e solo se.

[00:16:23] Concordo con te anche perché io sono stato un pessimo studente di matematica e forse proprio per questo ho fatto l’università la materia come filosofia che pensavo che fosse la più lontana possibile dalla matematica.

[00:16:39] Invece poi studiando visto che è molto simile anche come tipo di procedimenti di dimostrazioni continue. Quindi anche il mio pensiero era molto diviso fra umanistico e scientifico. Adesso non è più così a tenuta stagna spesso scientifico anche ciò che riteniamo umanistico e per questo mi riallaccia anche un altro articolo che hai scritto che riguarda invece il tempo che tu analizzi in una maniera più scientifica. Io sono sempre stato ossessionato dal tempo nei discorsi filosofici e anche nella mia vita personale perché ho sempre l’impressione di perdere tempo di non sfruttarlo al meglio.

[00:17:23] E tu hai finito scrivendo che tutte le volte che scegliamo di far slittare in là il momento in cui facciamo qualcosa pensiamo a quante scelte come quella modificano le nostre vite.

[00:17:39] Che la cosa in cui mi sono ritrovato.

[00:17:42] Quindi volevo chiederti quanto è importante per te il tempo e non perdere tempo.

[00:17:51] Allora io non riesco proprio a concepire perder tempo non so esattamente cosa significhi. Il tempo scorre indipendentemente da quello che facciamo noi all’interno di quel tempo agiamo pensiamo non facciamo nulla. Siamo stesi sul divano camminiamo via. e quindi la domanda è in che modo. Io voglio investire il mio tempo. Sì io sono una persona pigra profondamente pigra e come tutte le persone profondamente pigre. Odio fare cose inutili questo questo odio profondo nell’intimità dell’azione mi porta a volte a essere super efficiente e super efficace. Quindi in generale a me piace lavorare le sue pigre perché sono pigro e sono proprio quelli in cui vedi guardandoli negli occhi il mal sopportazione tutto ciò che appunto fa scivolare in le cose vengono tolte dal tavolo. Le persone pigre sono persone che tendono a fare discorsi più diretti alle persone non girano attorno ai problemi vanno al punto perché appunto non vogliono star lì a chiacchierare senza risolvere le questioni. Quindi per me il tempo funziona così io lo di Vito del giorno in modo molto preciso. Faccio degli esempi quando sono a tavola con la mia famiglia. Nessuno nella mia famiglia come il telefono cellulare a bordo e nessuno può rispondere anche se ci sono telefonate sms o quant’altro. Quello è il momento in cui dedichiamo tempo a lui starà assieme. Quando vengo in metropolitana al lavoro quel tempo o le riflessioni delle letture di libri o eventualmente a volte anche di video che mi ero messo lì da vedere. Comunque non lo dedico al lavoro propriamente detto ma lo dedico all’allargamento gli stimoli e delle cose che voglio. Sempre in basso anche i momenti in cui più spesso Scrivo post per la scrittura dei post. Per me è stata una scelta fatta un po di tempo fa avevo Sì quando uno studente una sorta di diario personale di Sordi diciamo sì insieme di insiemi di aforismi insieme di cose che mi vengono in mente.

[00:20:32] L’unica scelta che ho fatto a un certo punto è rendere questo diario pubblico attraverso i social network.

[00:20:39] Per me l’attività sui social network a meno di alcune cose equivoche o accettare le richieste di amicizie cose del genere non mi prende più o di quanto prenderei facendo le B. Poi quando arrivo al lavoro nelle ore in cui voglio essere super efficace e quindi voglio fare in modo che quelle ore siano il meno possibile e più profonde possibile. E poi dopo ci sono tutta una serie di altre attività che io ho reso separato e messo dentro da lo sport gli amici il tempo dedicato ai figli. Quindi il tema per me è non inquinare i temi. Ho deciso per una certa attività un’altra attività per cui ad esempio non rispondo quasi mai al tedesco perché diciamo tendenzialmente risponde al telefono quando so che devo parlare di una persona. Quindi per me è un po come se fosse un calendario di appuntamenti. No se le persone mi devono dire qualcosa persino su WhatsApp. Noi a quel punto posso decidere a meno di interagire in modo più lungo e approfondito. Quindi il punto è il tempo è qualcosa che è nelle nostre mani possiamo gestire come vogliamo e io personalmente lo gestisco in modo tale che il tempo è la cosa più preziosa. Io non voglio sprecare non lo voglio utilizzare per fare cose che aggiungono poco valore al mondo tablet e basta. Questo punto.

[00:22:27] Detto questo io sono profondamente pigro quando posso camminare pensando a rilassarmi o guardarmi uscì molto volentieri e trovo in quello momento in cui il mio tempo qualcosa ci più.

[00:22:45] Non so se succede anche a te ma io quando mi rilassa facendo delle. Forse il momento più produttivo che ho perché mi vengono in mente che se sono concentrato a fare qualcosa.

[00:22:58] Non mi vengono Escludo per non perdere la concentrazione. E purtroppo uno dei momenti più produttivi.

[00:23:05] Questo sì succederà anche qui c’è una motivazione scientifica sotto perché cammina o il livello di ossigenazione del cervello aumenta se camminiamo senza una ma senza obiettivo. Quindi camminare penso proprio di Wonder runner round o gli americani. Dopo un po entriamo nel flusso cioè lo stato mentale nel quale i pensieri si associa l’uno all’altro seguendo vie imprevedibili e quindi è il meccanismo di brainstorming o se stessi più efficaci.

[00:23:50] Io ti ho visto personalmente al lavoro sembri un libero professionista quando faccio consulenza per qualcuno sono l’unico che in ufficio può permettersi dopo due ore di lavoro dirò che stacco dieci minuti mi faccio la camminata che può essere girare intorno alla Building go andare a prendermi un caffè mi generò e quando torno sono ancora più produttivo. Meno che però solitamente negli uffici nelle aziende non è permesso ai dipendenti di fare questo. Non trovo una cosa positiva perché personalmente è una cosa che mi rigenera mi ridà forza e vigore.

[00:24:31] Per iniziare da capo a produrre e a lavorare con più efficacia e penso che possa essere utile anche agli altri.

[00:24:42] Poco questa cosa è difficile non è permesso farlo fuori. Ormai gli assi per le aziende stanno dentro i cervelli delle persone e non è che tu il cervello delle persone lo mandi per fare una macchina. Quindi fondamentalmente bisognerebbe fare e cercare di lavorare con le persone cercando di lasciare libere all’interno di obiettivi condivisi. Cosa molto diversa controllare il loro tempo la loro scrivania la loro presenza fisica e sono temi così da anni Ottanta.

[00:25:29] Adesso invece volevo parlare della immuni sapere tutto come sei arrivato a pensare o a fare quest’app.

[00:25:41] Ora l’ho fatta io quindi la storia la storia semplice agli inizi fu subito dopo l’inizio del coming ho pensato di mettere assieme un paio di aziende che erano al mio punto di vista più capire il momento ma sono convinto che sono state scelte giuste e le migliori aziende in Italia che facevano delle cose una era ben disposta e la migliore azienda d’Italia. E la seconda giacca era la migliore azienda in Italia dal punto di vista geo referenziale. già avevo comprato un’azienda una persona molto competente. Marco Santambrogio da 20 anni 25 anni lavorava ha sfidato l’idea di un partito nell’interazione questo team era quello di fare un intero sistema informatico o per la raccolta l’elaborazione e la diffusione dei dati.

[00:26:49] C’erano scienziati relativi ma ci siamo messi al lavoro per settimane intense tutti i giorni facevamo Ole tutti i giorni. Diverse aziende lavoravano. Noi lavoravamo sugli aspetti più clinici. Quindi noi eravamo l’elemento critico gli Spurs era l’elemento di no relativo alla creazione di un’area su cui fare la delibera agli utenti. Già era invece l’elemento di elaborazione dei dati dell’evento. Lavoravamo senza un client spesso utilizzato gli strumenti e a un certo punto abbiamo cominciato a vedere sistemi che stiamo creando tra le persone. In quei giorni è uscito il bando del ministro Pisanu. Era un bando fondamentalmente relativo a una. Si restringe moltissimo lo stock. Obiettivo dell’iniziativa è quindi a quel punto sono andati avanti ragazzi ben discusso che hanno partecipato a lui. Da quel momento in avanti il lavoro è stato fatto già discussa. E il ministero dell’Innovazione poi Ministero della Sanità inoltre anche i ragazzi ben disposti fa un appello per avere su codici e quant’altro è nelle mani del picco. Questo è stato lo storpio già realtà. Quindi da dove è venuta l’idea sarebbe molto semplice viviamo nel 2020 e quindi nel 2020 anche guardando altri paesi.

[00:28:35] Il momento noi guardavamo molto attentamente il caso della Corea del Sud. L’uso di ITA genere scienziati è fondamentale per capire quello che succede. L’Italia è andata da un’altra parte a seguito di fa o il diciamo gli obiettivi che ci eravamo posti non ha messo insieme un sistema di scienziati degno di questo nome continuano ad avere 20 sistemi regionali di fatto separati tra di loro vengono uniti largamente nel Sahel cioè in quali le varie regioni mandano al ministero all’Is del trifoglio che serve cose simili. Poi dopo vengono in qualche modo messi su molti male rispetto. Si potrebbe avere questo status di élite. Abbiamo cercato di dare una mano un po l’abbiamo passata mano la descrizione degli italiani. Non ci possiamo lamentare di non essere stati considerati ovviamente rispetto ad altri che hanno fatto altrettanti lavori importanti di quel bando non sono arrivati ad essere liberati dal complesso un po un po la storia ci ha fatto un lavoro concreto di Ubi è stata ben discussa l’azienda che ha messo programmatori o ingegneri software a creare uno strumento che fosse sufficientemente solido.

[00:30:05] L’origine storica dell’iniziativa era di Sant’Agostino già ben discusso ma non credi che il fatto che non sia obbligatoria tolga molta forza a quest’app.

[00:30:25] Problema lì secondo me più l’obbligatorietà è che tipo di scelta tecnica è stata fatta fino alla fine è stata una scelta tecnica fondamentalmente basata su temi di privacy quindi una scelta tecnica di anonimato totale mancanza di dati referenziale perché non c’è il GPS trattandosi di un sapere la coppia di persone che sono entrate in contatto vera e quindi non siamo in grado di ricostruire sul territorio quello che è successo questa è stata una scelta profondamente sbagliata se noi avessimo avuto già dalla fine di marzo sistema giro differenziato non avremmo avuto bisogno di così tante installazioni per rendere efficace e avremmo individuato molto molto rapidamente i focolai. Noi però è stato avevamo generato un questionario sufficiente per individuare i cambiamenti ancor prima di fare. L’idea era andiamo a vedere se un po di gente alla fine un po di civiltà i sintomi e il giorno prima due o tre giorni prima non ce l’aveva. E se questa cosa avviene in modo diverso in un punto del territorio bellissimo e quindi lì la l’Asl Deve entrare e un’area come ha fatto Risaliti. Questa era l’idea sarebbe stata un’idea che avrebbe salvato migliaia di vite. Questa la più seguita. Errore errore secondo me appunto si è dato una prevalenza della privacy e nel momento in cui morirono Byron persone al giorno mille persone al giorno non aveva nessun senso.

[00:32:23] Devo dire così concordo e ti dirò di più io sono stato in Spagna quest’estate e prima di partire era obbligatorio scaricare un’app spagnola per registrarsi e dire dove si sarebbe andati eccetera. Insomma per tracciare per tracciare gli spostamenti tornando in Italia invece c’è stato dato un foglio di carta da compilare e da dare alla questura.

[00:32:55] Ma i poliziotti all’aeroporto per dire dove eravamo stati per modo di tracciamento però appena.

[00:33:05] Arrivati in aeroporto nell’atto di consegnare a alla Questura questi fogli hanno detto non è compito nostro.

[00:33:15] Ve li potete tenere quindi. Non c’è stato oltre il fatto che siamo indietro anni luce se vogliamo farlo ancora penna. Non c’è stato nessun tipo di tracciamento e abbiamo siamo stati noi puoi andare a fare tamponi ma nessuno ci ha obbligato a dire così è stato solo.

[00:33:38] E tutto questo l’Italia alla fine non è neanche un Paese no paesi funzionato di più. Certo la democrazia sono sistemi complessi e avere una sorta di assuefazione che non tutte le cose possono essere fatte bene benissimo.

[00:33:58] Capisco va bene volevo parlare di questi argomenti quindi ti ringrazio della.

[00:34:08] Tua tanto. Grazie grazie grazie e buona giornata ciao ciao grazie.

Marco Principi Coaching